Dopo le numerose pubblicazioni scaturite dalla sua lunga esperienza di manager, consulente e docente, in questo libro Carlo Baldassi (1951), udinese doc, continua a cimentarsi con le vicende avvenute in oltre cinquant’anni nella città e in Friuli.

 

Il presente lavoro si incentra su vari temi inerenti la vita sociale a Udine dal dopoguerra, con l’intento di contribuire ad un lavoro di sociologia urbana. Storia cittadina, cultura, economia, giovani, famiglie, l’informazione ecc sono sempre letti attraverso una lente laica ma volutamente non neutrale.

Oltre all’analisi dei temi, l’autore propone anche una chiave sociologica rivolta al cambiamento e perciò intrecciata con un esplicito obiettivo politico riformatore, che l’autore sintetizza anche nella proposta finale di un piano di marketing urbano.

 

L’ affresco della società friulana e udinese che emerge e le riflessioni sui vari aspetti, si rivolgono anzitutto ai cittadini che quelle esperienze avevano vissuto, agli studiosi ed ai giovani amministratori pubblici e gli stakeholder a cui Baldassi, con la rilettura del passato, offre numerosi suggerimenti innovativi per il futuro.